Il giorno della civetta

★★★★☆
Il giorno della civetta

'Il giorno della civetta', pubblicato nel 1961, è il primo romanzo di successo di Leonardo Sciascia. In anni in cui l'esistenza della mafia era negata e considerata dalle istituzioni un'invenzione, l'opera dello scrittore arriva a denunciarne la pervasività, ritraendo vividamente esecuzioni mafiose, omertà e collusioni con la politica. Un modesto impresario edile viene ucciso da due colpi di arma da fuoco mentre, in una grigia e silenziosa mattina, sta salendo sull'autobus diretto a Palermo. All'arrivo delle forze dell'ordine nessuno sembra aver visto nulla, nessuno è disposto a parlare. Questo omicidio contornato di mistero e di omertoso silenzio dà l'avvio al romanzo e alle indagini dell'ufficiale dei carabinieri Bellodi, giovane parmense trasferito in Sicilia. Animato nel suo 'difficile e amaro mestiere' da una fiducia profonda verso la legge e la giustizia, e guidato nel suo indagare da lucidità e intelligenza, il capitano riuscirà a ricostruire fatti e legami, a riconoscere gli esecutori materiali del delitto e i rispettabili mandanti occulti. Ma proprio quando la nebbia che circonda il caso sembra essersi diradata rivelando la verità, la vicenda subisce una svolta drammatica. Lungi dall'essere solo frutto di invenzione, la mafia dimostra di avere radici profonde e lunghe braccia: l'inchiesta viene d'un tratto annullata, e all'idealista Bellodi, mandato in licenza nella sua Parma, non resta che la speranza di poter tornare un giorno nell'amata Sicilia. Una conclusione amara, per un romanzo che con la tensione del giallo svela problemi e contraddizioni ancora tristemente attuali. Nel 1968 il romanzo diventa anche un film di successo per la regia di Damiano Damiani e interpretato da Franco Nero e Claudia Cardinale. La lettura dell'audiolibro è dell'attore Massimo Malucelli.

Formato: Audiolibro (MP3)

Durata: 4:24:49

Scaricare