Il primo uomo

★★★☆☆
Il primo uomo

Autunno 1913. Il francese Cormery, sua moglie prossima al parto e il loro primogenito di quattro anni sono alla fine di un lungo, faticoso viaggio: hanno percorso la distanza da Algeri alla tenuta di Saint-Apotre su vagoni di terza classe e su uno scomodo calessino. Jacques nasce proprio durante il trasloco, in quella notte di pioggia battente... Quarant'anni dopo lo ritroviamo nel cimitero militare bretone di Saint-Brieuc, chino sulla tomba del padre, morto nel 1914 nella battaglia della Marna. È qui che nasce in lui il desiderio di tornare in Algeria per recuperarne il ricordo. Inizia in questo modo un viaggio a ritroso nel tempo, verso i giorni dell'infanzia algerina, le amicizie, le tradizioni, i sogni del protagonista. Un alter-ego di Camus, indubbiamente. Un romanzo incompiuto, di matrice autobiografica, che molto ci dice dell'autore e del suo pensiero. © 1994 Bibliotèque Nationale pour la lettre de Louis Germain - © 1994/2011 Bompiani/RCS Libri S.p.A. - © 2018 Giunti Editore S.p.A./Bompiani

Formato: Audiolibro (MP3)

Durata: 7:42:05

Scaricare